• Stampa pagina
  • Area riservata
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard

Solidarieta' alla Presidente ANDIS Lombardia Milena Piscozzo. Sulla inaudita provocazione di "Forza Nuova" Andis sollecita il Ministro Bussetti a prendere posizione sull'accaduto.

  pubblicata il 18/12/2018

SOLIDARIETA' ALLA PRESIDENTE ANDIS LOMBARDIA MILENA PISCOZZO

L’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici esprime solidarietà e sostegno alla collega Milena Piscozzo e agli operatori dell’Istituto Comprensivo “Riccardo Massa” di Milano, fatti oggetto di una vile e gratuita provocazione ad opera dei militanti di Forza Nuova: questa notte sul cancello della scuola primaria di Via Brocchi è stato attaccato uno striscione sul quale era scritto a grandi lettere: "FUORI IL GENDER DALLE SCUOLE".
Si tratta di una evidente azione di contrasto alla sperimentazione del progetto "Be.st – Beyond Stereotype" avviato in quella scuola dal Comune di Milano con lo scopo di combattere gli stereotipi di genere, prevenire la violenza e i bullismi, sensibilizzare i ragazzi contro le discriminazioni di ogni genere.
Forza Nuova, che ha rivendicato il gesto postando le foto dello striscione sulla propria pagina Facebook, sostiene da parte sua che quel progetto ha lo scopo di "crescere dei bambini neutri, né maschi e né femmine".
Affermazioni allucinanti e oscurantiste, alle quali si aggiungono commenti intollerabili e minacciosi all’indirizzo di chi nella scuola si spende per l’inclusione e l’accoglienza.
L’A.N.Di.S. chiede alle Autorità competenti di individuare e punire severamente i responsabili di questa incomprensibile provocazione.
Nello stesso tempo fa appello ai dirigenti scolastici, ai docenti, alle forze democratiche del Paese perchè oppongano una reazione ferma e compatta ai sempre più frequenti episodi di intolleranza e di prevaricazione che provano ad intimidire e condizionare l’azione educativa delle nostre istituzioni scolastiche.

Roma, 15 dicembre 2018

Il Presidente nazionale ANDIS  Paolino Marotta

 


Al Sig. Ministro
Istruzione, Università e Ricerca
Viale Trastevere 76
R O M A


L’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici segnala alla S.V. il grave episodio di intimidazione di cui sono stati fatti oggetto la preside e gli operatori dell’Istituto Comprensivo “Riccardo Massa” di Milano ad opera dei militanti di Forza Nuova, che nella notte tra il 13 e 14 dic. u.s. hanno apposto sul cancello della scuola primaria di Via Brocchi uno striscione sul quale era scritto a grandi lettere: “FUORI IL GENDER DALLE SCUOLE”. Si tratta di una evidente azione di contrasto alla sperimentazione del progetto "Be.st – Beyond Stereotype" avviato in quella scuola dal Comune di Milano con lo scopo di combattere gli stereotipi di genere, prevenire la violenza e i bullismi, sensibilizzare i ragazzi contro le discriminazioni di ogni genere.
Nel merito il progetto prevede, per ogni spazio di azione che anima la vita di una scuola, una riflessione costante volta a riconoscere gli stereotipi, mitigarne gli effetti negativi e valorizzare le differenze.
Forza Nuova, che ha rivendicato il gesto postando le foto dello striscione sulla propria pagina Facebook, sostiene da parte sua che quel progetto ha lo scopo di "crescere dei bambini neutri, né maschi e né femmine".
Affermazioni errate (si confonde la sensibilizzazione contro le discriminazioni di genere con le teorie gender), allucinanti e oscurantiste, alle quali si aggiungono commenti intollerabili e minacciosi all’indirizzo di chi nella scuola si spende per l’inclusione e l’accoglienza.
Le chiediamo Sig. Ministro se intende prendere posizione sull’accaduto e se si attiverà per chiedere alle Autorità competenti di individuare e punire severamente i responsabili di questa incomprensibile provocazione.
Nell’esprimere piena solidarietà e sostegno alla collega Milena Piscozzo, Presidente della Sezione ANDIS della Lombardia, l’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici chiede alla S.V. di essere al fianco dei dirigenti scolastici e dei docenti di fronte ai sempre più frequenti episodi di intolleranza e di prevaricazione che provano ad intimidire e condizionare l’azione educativa delle nostre istituzioni scolastiche.

Roma, 15 dicembre 2018

Il Presidente nazionale ANDIS  Paolino Marotta

Galleria immagini  

immagine